Spunti curiosi per scegliere il tuo prossimo viaggio. Ecco l’attesissima lista (in rigoroso ordine alfabetico) per sapere dove andare nel 2024 e perché.

Aspen, Colorado – perché la destinazione già gettonatissima quest’anno ha assistito alla ristrutturazione  multimilionaria della Buttermilk Base Area e all'inaugurazione di Hero's, un nuovo comprensorio sciistico sulla parte superiore dell'Aspen Mountain.

Atene, la riviera – perché, già molto gettonata dai ricchi e famosi negli anni ’50, la meta è stata rilanciata dall’Astir Palace Hotel Athens riaperto da Four Seasons e trova quest’anno nuovi punti di interesse, con l’apertura di resort ultra chic, come il futuro One&Only Aesthesis.

Baltimora – perché nel 2024, le istituzioni culturali negli Stati Uniti celebreranno il 60° anniversario dell'approvazione del Civil Rights Act, e le celebrazioni saranno particolarmente significative a Baltimora.

Barcellona – perché la famosa città super congestionata ha lanciato un piano di rinnovamento urbano che sta bandendo le auto da molte arterie stradali, con l’obiettivo di creare 21 strade verdi e grandi piazze ciascuna entro il 2030. Alcune sono già completate, e sono da vedere per primi.

Bonaire – perché non c'è un solo semaforo sull’isola di 111 miglia quadrate situata nei Caraibi meridionali accanto ad Aruba e Curaçao. I viaggiatori trovano una delle scene di immersioni, surf e vela più emozionanti dei Caraibi.

Canada – perché cresce l’attenzione e il sostegno alle iniziative turistiche indigene aiutando i viaggiatori a connettersi con esperienze autentiche guidate da persone che conoscono meglio la loro terra.

Capoverde – perché Ponant esplorerà le isole dell’arcipelago all'inizio del prossimo anno con un viaggio di andata e ritorno di sette notti da Mindelo.

Chicago – perché la scena gastronomica della città è arrivata al suo culmine e i viaggiatori possono scoprire nuovi gusti e sapori in un viaggio sulle orme di FX’s The Bear

Costa Rica – perché i parchi nazionali coprono ben il 25% del paese che ha un’etica incentrata sulla conservazione che lo hanno reso un tesoro del turismo sostenibile.

Londra – perché la scena alberghiera ha registrato una serie di debutti che sta spingendo l’asticella della capitale sempre più in alto. L'apogeo è il Raffles London da 120 stanze presso l'OWO, che sembra uscito da un film di Bond.

Luberon – perché questo pezzetto di Provenza è l’ideale contrappeso rurale a Parigi, facilmente raggiungibile e estremamente affascinante

Lussemburgo – perché con oltre 3.000 miglia di sentieri, questo piccolo paese ospita alcune delle escursioni più belle e accessibili d'Europa.

Il Fiume Magdalena in Colombia - perché verso la fine del prossimo anno, AmaWaterways diventerà la prima grande compagnia di crociere a portare i viaggiatori lungo la Magdalena, su un paio di itinerari di sette notti.

Il Fiume Mosella – perché le crociere operate da Avalon Waterways promettono soste in piccole città come Treviri in Germania, sede di strutture risalenti a 2.000 anni fa di epoca romana, e Bernkastel, che ha una piazza del mercato medievale piena di pittoreschi edifici a graticcio

Niseko Giappone – perché sta diventando una destinazione alternativa a quelle più famose a livello mondiale per gli sport invernali

Pantelleria – perché per i viaggiatori che bramano una topografia ammaliante, un’anima multiculturale e una rinfrescante assenza trionfalismo dell’high design, questo piccolo, ventoso, centro è l'Eden.

Parigi – perché ci sono le Olimpiadi estive e la città sarà in grade spolvero, cona la riapertura di Notre-Dame e la sfilata delle nazioni che per la cerimonia di apertura sfileranno su barche sulla Senna

Phuket – perché pare e si mormora che la prossima serie di The White Lotus sarà girata proprio lì, nel nuovo e rinnovato Amanpuri.

Ras Al Khaimah – perché il più settentrionale dei sette Emirati Arabi Uniti con le sue spiagge incontaminate, le dune di terracotta e le aspre montagne, è diventato l'emirato ideale per l'avventura.

Riviera Nayarit – perché questo pezzo di Messico sta crescendo nell’offerta alberghiera, tanto da rappresentare un buen ritiro per molti ‘rich and famous’

Valle sacra in Perù – perché si può fare il Quarry Trail di 16 miglia che attraversa rovine secolari e cime montuose, senza il traffico pedonale del Cammino Inca.

Sidney – perché ha capacità di rinnovare l’esistente: la città ha lanciato un percorso di rifacimento delle sue strutture più iconiche cha va visto

Valencia – perché la terza città più grande della Spagna aggiunge un nuovo superlativo alla sua lista: è infatti la Capitale Green 2024 d’ Europa.

Zambia – perché il Paese, storicamente messo in ombra dai suoi vicini più sviluppati dal punto di vista turistico lo sta facendo emergere come uno dei principali attori dell’avventura del continente africano.

Tra vent’anni non sarai deluso dalle cose che avrai fatto, ma da quelle che non avrai fatto. Quindi molla gli ormeggi, esci dal porto sicuro e lascia che il vento gonfi le tue vele. Esplora. Sogna. Scopri!
Mark Twain

Iscriviti alla nostra newsletter

Indirizzo

Via Candido Viberti, 11
10141 Torino

Contatti

011 33.83.48 - 335.67.35.115
Email: info@tidetravel.it

Social

Hai bisogno di aiuto?
scrivici un messaggio su whatsapp!

Scrivi qui il tuo messaggio...